Io non ho paura del lupo: un crowfunding per tutelare il lupo

Io non ho paura del lupo: un crowdfunding per tutelare il Re della foresta

Troppo spesso il lupo è vittima incolpevole di pregiudizi e di false credenze che finiscono per mettere in cattiva luce questo straordinario animale. Il lupo, invece, non va temuto e deve essere salvaguardato perché occupa un ruolo di primo piano negli ecosistemi naturali.

Per diffondere maggiore consapevolezza sul Re della foresta, dimostrando che non si deve averne paura ma che è necessario preservarne la presenza, è nato un progetto pilota ideato da semplici cittadini, desiderosi di contribuire attivamente alla salvaguardia di questa specie.

Il crowdfunding per monitorare il lupo

L’iniziativa, avviata dall’associazione “Io non ho paura del lupo”, mira a scoprire e a raccontare le storie dei lupi che popolano l’alta Valle del Fiume Taro, un territorio vasto e selvaggio nell’Appennino Settentrionale parmense.

Per realizzare il progetto è stato lanciato un crowdfunding, aperto a quanti più amanti della natura possibile. Con il budget raccolto, l’associazione provvederà ad acquistare attrezzatura tecnica e videotrappole per il monitoraggio della specie, oltre a provvedere alle spese necessarie per i fuoristrada, per le analisi genetiche, per la comunicazione e per il materiale informativo.

Finalità e durata del progetto

Il censimento permetterà di ottenere dati significativi come la stima della popolazione di lupo presente, valutando l’estensione dei branchi sul territorio e rilevando le nascite e l’accrescimento dei cuccioli.

Il progetto durerà due anni, dal 1 maggio 2018 al 30 aprile 2020, arco temporale che coincide con due cicli riproduttivi del lupo. Il censimento sarà affiancato anche da una campagna di comunicazione attraverso i social network e i media tradizionali, per raccontare gli episodi più importanti e per diffondere materiale informativo ed eventi, in grado di coinvolgere i cittadini.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito Io non ho paura del lupo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *